Il mestiere del fabbro, un po’ di storia

Traditional style blacksmith at work. Hammer hands and iron.

Pensi che i fabbri non esistano più? Pensa di nuovo. Questo campo sta vivendo una rinascita mentre le persone cercano un mestiere con una componente artistica in grado di fornire un prodotto utilizzabile per coloro che cercano qualcosa di straordinario.

Molti fabbri di oggi lavorano con gli strumenti e le tecniche utilizzate per molti secoli. La prima prova di forgiare martellando il ferro in forma è un pugnale trovato in Egitto risalente al 1350 a.C. Sebbene in Egitto, era probabilmente il prodotto di un commerciante ittita. Gli Ittiti inventarono la forgiatura e il rinvenimento, e mantennero segrete le loro tecniche di lavorazione del ferro. Quando gli Ittiti furono dispersi, le loro abilità nella lavorazione del ferro furono diffuse in Grecia e nei Balcani. Questa prima età del ferro ebbe luogo intorno all’800-500 a.C. Il fabbro si trova anche nella mitologia classica di romani, greci, fenici e aztechi.

I primi fabbri probabilmente hanno riscaldato il ferro nei fuochi di legna. Hanno scoperto che la legna convertita in carbone produceva un fuoco migliore, la cui intensità poteva essere aumentata con un’esplosione d’aria. Il fabbro iniziò a specializzarsi nel Medioevo, in particolare con l’inizio della rivoluzione industriale. Il fabbro era qualcuno che lavorava con il piombo e il fabbro era il ferro da stiro. Il maniscalco era uno specialista nella fabbricazione e nell’allestimento di ferri di cavallo, mentre i fabbri e gli artigiani avevano le loro specialità. Il numero di persone con il cognome “Smith” dimostra la prevalenza della vocazione. Altri cognomi come Miller e Cooper hanno origini simili.

Nel 16 ° secolo, la ghisa divenne più utilizzata. Un francese di nome Jean Tijou introdusse l’arte del fabbro decorativo alla fine del XVII secolo. Il fascino che si vede nell’arte di oggi è, almeno in parte, dovuto ai primi lavori di questo fabbro. La maggior parte dei fabbri sono attratti dall’arte del mestiere contro la sua utilità. L’unicità dei prodotti dei fabbri di oggi è ciò che attrae gli acquirenti.

Alcuni fabbri di oggi hanno attrezzature più sofisticate, ma molti hanno scelto di farlo alla vecchia maniera. In entrambi i casi, la fucina viene riscaldata a temperature di 2000-3000 ° F usando coke e un soffiatore o soffietto per concentrare l’aria. L’acciaio viene solitamente riscaldato a circa 2000 ° F. Gli strumenti chiave di un fabbro sono ancora l’incudine, le pinze e un martello. Una morsa per gambe montata saldamente completa l’incudine. L’incudine può essere piuttosto costosa e ogni sua parte – la faccia, il corno, i fori quadrati e circolari – ha uno scopo unico.

Oggi il mestiere del fabbro è molto cambiato, ma non ha perso la sua centralità. Sei rimasto fuori casa e non sai come fare? La tua serratura è difettosa e fa i capricci o semplicemente hai perso le chiavi, è notte e non sai come rientrare a casa? Niente paura, il tuo fabbro Roma Daniele Lattanzi ti aiuterà a risolvere i problemi con la tua serratura. Il fabbro interviene su tutta Roma per l’apertura della porta blindata e la sostituzione della serratura anche su pronto intervento.