Mastoplastica Additiva: Consigli e Valutazioni

Woman holding silicon bags for breast implant

Quando si parla di mastoplastica additiva, cioè di aumento del seno, si parla di un vero e proprio intervento chirurgico, al quale è necessario prepararsi con attenzione e dopo il quale è necessario seguire indicazioni ben precise. Anche se la finalità è estetica, la procedura implica un’intervento di natura chirurgica, ed in quanto tale deve essere affrontata in piena coscienza. Ecco perché prima di valutare se affrontare questo tipo di operazione, è meglio rivolgersi a personale chirurgico altamente qualificato e specializzato nel realizzare questo intervento.

A Roma troverete mani chirurgiche esperte a cui potete affidarvi , prenotando un ‘appuntamento avrete modo di conoscere costi mastoplastica additiva roma.

La procedura di mastoplastica additiva ha la generica finalità di aumentare il volume del seno. Tale finalità è perseguita attraverso l’inserimento di protesi mammarie di silicone posizionate dietro la ghiandola mammaria o dietro il muscolo pettorale. La mastoplastica additiva è scelta da donne che presentano uno sviluppo insufficiente del tessuto mammario come ad esempio seni piccoli, ma può essere scelta anche da donne che presentano altre categorie di condizioni in cui si è verificato uno svuotamento severo della mammella in seguito a gravidanze o rilevanti riduzioni di peso.

La scelta delle protesi è una fase molto delicata ed importante che condiziona fortemente il risultato finale dell’intervento. E’ compito del chirurgo plastico scegliere un tipo di protesi che sia adatto alla conformazione fisica della paziente e alle caratteristiche dei suoi tessuti, al fine di ottenere un seno più naturale possibile.

Rilevante è comunque comprendere bene cosa può effettivamente fare questo intervento e cosa invece non è fattibile, anche se si può considerare che al giorno d’oggi la mastoplastica additiva è ormai entrata a far parte degli interventi più conosciuti – e praticati – nell’ambito della chirurgia plastica ed estetica, è preferibile richiedere approfondite delucidazioni e chiarimenti prima di valutare un possibile ritocco.

Attualmente esistono in commercio diverse tipologie di protesi che si differenziano per forma, superficie e contenuto. Occorre ricordare che le caratteristiche delle protesi moderne sono sempre più evolute, e proprio per questa motivazione, un fattore che solitamente incide sul costo dell’intervento è la tipologia di protesi scelta dal chirurgo. Le protesi mammarie infatti possono essere di tipo differente, ma per ciascuna paziente viene selezionata la migliore che possa essere utilizzata per il proprio caso specifico. Allo stato attuale, la mastoplastica additiva viene eseguita utilizzando protesi in gel di silicone le cui caratteristiche costruttive, oltre che per i volumi e le forme implicate, vengono sempre adattate ai singoli casi, offrendo la possibilità alla paziente, ed al chirurgo di “personalizzare” questa procedura al massimo grado.

Ricordiamo che la mastoplastica additiva è un intervento molto personalizzato che, come tale, necessita di un’accurata visita specialistica effettuata da un chirurgo esperto e di provata esperienza.

Durante la prima visita il chirurgo dovrà valutare la forma e le dimensioni del seno, dell’areola e del capezzolo e illustrarvi le possibili modificazioni di forma e di volume che la più moderna tecnica chirurgica mette a disposizione per il vostro caso. Il chirurgo dovrà inoltre valutare il vostro stato di salute per escludere la presenza di alterazioni quali ad esempio : pressione alta, problemi di coagulazione o di cicatrizzazione della pelle. Tali fattori se ignorati o non considerati, potrebbero seriamente influire sul risultato finale dell’intervento. Richiedere una consulenza sarà il modo migliore per iniziare!