Ecco come affrontare lo stress da trasloco

couple with boxes on their heads sitting on floor in their new house, feeling stressed

Se hai traslocato più di una volta, ti sarai accorto di un modello di procedimento nell’evoluzione del trasloco che è sempre lo stesso. Ci sono i primi giorni di eccitazione, quando raccogli i materiali di imballaggio, sistemi le scatole e ti senti quasi inebriato per un paio di giorni. Quindi inizia il duro lavoro e ti rendi conto che tutto ciò che pensavi sarebbe durato dieci minuti ne richiederà effettivamente trenta, e tutto ciò che pensavi sarebbe durato un’ora ne richiederà effettivamente cinque.

Finalmente arriva la giornata del trasloco, una lunga e sudata giornata di pesante sollevamento e occasionali singhiozzi dell’ultimo minuto. Quando tutto è stato detto e fatto, ti siedi nella tua nuova casa e ti rilassi per un secondo prima di guardarti intorno, osservare le scatole e renderti conto di quanto resta da fare. Nel frattempo, la vita – lavoro, bambini, animali domestici, ecc. – continua a richiedere la tua attenzione.

C’è da meravigliarsi che così tante persone trovino stressante il trasloco?

Non intendiamo dipingere un’immagine cupa e cupa del trasloco – non è poi così male, e alla fine funziona sempre bene. Ma è un dato di fatto che con il trasloco arriva lo stress, ed è meglio sapere cosa aspettarsi (e come affrontarlo) piuttosto che lasciarti abbattere. Questi consigli su come rendere il trasloco meno stressante sono un buon punto di partenza.

  1. Accetta che lo stress è una parte normale del processo di trasloco

Superare lo stress inizia con l’accettazione. Se riconosci fin dall’inizio che probabilmente subirai uno stress nel corso del tuo trasloco, avrai meno probabilità di restare indietro quando succede. Pensa ad altre volte nella tua vita che hai accettato lo stress occasionale come parte del processo e semplicemente ci hai lavorato, come la scuola o il tuo lavoro. Lo stress è una risposta umana naturale a una circostanza esigente, ma non è la fine del mondo. In effetti, può anche essere buono per te. Prendilo per quello che è e riconosci la sensazione quando succede, ma non lasciarti scoraggiare dai compiti a portata di mano.

  1. Concediti abbastanza tempo

Una delle maggiori fonti di stress in movimento è il tempo. Più specificamente, non ne abbiamo abbastanza. Un trasloco senza stress potrebbe non essere possibile, ma puoi renderlo molto più semplice assicurandoti di dedicare abbastanza tempo per fare tutto. Pensa che avrai bisogno di circa due giorni per preparare un monolocale o un appartamento con una camera da letto, tre o quattro giorni per una casa con due camere da letto, cinque o sei giorni per una casa con tre camere da letto e così via. Assicurati di concederti abbastanza tempo anche per altri passaggi, come la ricerca e la selezione di un’azienda di trasloco o un camion a noleggio, l’installazione di servizi nella tua nuova casa e la pulizia della casa che stai lasciando. Più parti all’ultimo minuto, più freneticamente ti sentirai inevitabilmente.

  1. Inizia in piccolo

C’è una citazione di Confucio che recita: “L’uomo che muove le montagne inizia portando via piccole pietre”. Affronta prima le piccole cose e noterai che si sommano rapidamente alle grandi cose. Se ti senti paralizzato dallo spostamento dello stress o semplicemente non sai da dove cominciare, fai semplicemente qualcosa, che si tratti di imballare un singolo cassetto della cucina o di mettere tutti i tuoi libri in una scatola. Fare progressi, grandi o piccoli, è importante per gestire lo stress, quindi preoccupati di meno di come farai imballare ogni singola cosa che possiedi, spedirla in un’altra posizione e spacchettarla in un nuovo spazio e concentrarti invece solo su facendolo pezzo per pezzo.

Se devi affrontare traslochi a Corsico, ti consigliamo di affidarti a SKTraslochi: sapranno offrirti I servizi migliori ai prezzi più competitivi sul mercato, annullando per te ogni forma di stress.